I 20 anni del Mediterraneo Video Festival celebrati a Roma alla quinta edizione di Festivalmente

Roma – Festivalmente  

Il festival diretto da Giorgio MazzerelliTony Shargool  ha concluso la sua quinta edizione presso il Teatro Arciliuto a Roma, con un focus sulle donne in arte scienza e tecnologia. Il Festival nella sua prima giornata di programmazione  ha dedicato un spazio alla storia dei vent’anni del Mediterraneo Video Festival con l’intervista di Tony Shargool alla direttrice Maria Grazia Caso, che ha raccontato gli episodi significativi della donne in prima linea, protagoniste nel corso delle edizioni del Mediterraneo Video Festival, come Sherin Ebadi, le registe palestinese e israeliana Anat Even e Norma Marcos  e la grande Fernanda Pivano.
Grazie anche alla presenza di Dario Todero, direttore generale mvf ®.

Come omaggio al Mediterraneo Video Festival gemellato con Festivalmente  sono stati proiettati  i due film vincitori  della 21ª edizione, per la sezione lungometraggi, Lunàdigas ovvero delle donne senza figli di Nicoletta Nesler, Marilisa Piga, Italia, in linea con il tema del festival.


Il film è stato proiettato con la presenza di una delle autrici Nicoletta Nesler.

Per la sezione cortometraggi e il premio giuria giovani  Born in Gambia di Natxo Leuza, Spagna.

 

Il regista non potendo essere presente alla proiezione ha scritto al Mediterraneo Video Festival dichiarando:

” I am in Sierra Leone. Thank you very much!!!! Is a very good news that Born in Gambia will be screened in Rome “.